Test Ingresso Professioni Sanitarie: in cosa consiste

Leggete la nostra guida per scoprire tutte le caratteristiche dei test ingresso professioni sanitarie

Test ingresso professioni sanitarie

Le parole “troppo presto” perdono il loro significato quando è necessario prepararsi per una sfida che cambierà il proprio futuro. Ecco perché è fondamentale iniziare a pensare al test ingresso professioni sanitarie già da adesso, in vista del test d’ingresso 2021. Del resto è sempre meglio conoscere a fondo il proprio “rivale” in modo da affrontarlo adeguatamente!

Professioni sanitarie: quali sono?

Innanzitutto vediamo nello specifico le professioni sanitarie quali sono. In Italia i corsi di laurea delle professioni sanitarie sono triennali e raggruppabili sotto quattro macroaree:

  • Area infermieristica e ostetricia
  • Area della prevenzione (che porta a diventare assistente sanitario)
  • Area tecnica (per diventare tecnico ortopedico, tecnico radiologo eccetera)
  • Area riabilitativa (fisioterapista, logopedista, ecc.)

L’accesso ai corsi di laurea delle professioni sanitarie prevede un test d’ingresso a numero chiuso: andiamo a vedere in cosa consiste esattamente.

Test ingresso professioni sanitarie 2

Iscrizioni e punteggi professioni sanitarie

Chi aspira ad accedere a un’università con professioni sanitarie dovrà in primis controllare il sito della propria università di interesse, la quale provvederà a pubblicare il bando del test per professioni sanitarie. Seguendo le indicazioni del bando, la potenziale matricola presenterà domanda all’università rispettando le scadenze e le procedure segnalate per l’iscrizione al test professioni sanitarie.

Inoltre le università, a differenza di ciò che accade per il test di ammissione medicina, decidono autonomamente le domande nello specifico e le graduatorie del test di ammissione per professioni sanitarie. Si attengono invece alle direttive del bando MUR riguardo agli argomenti, i posti disponibili, la data della prova e il numero di quesiti. Vi sono però alcune università che scelgono di usufruire dei test proposti dal Cineca o dal Caspur: in tal caso le domande dei test ingresso professioni sanitarie saranno più o meno uguali per tutti gli atenei aderenti a questa scelta.

Infine la durata del test risulta uguale per ogni ateneo: solitamente si tratta di 100 minuti in cui la potenziale matricola dei corsi di laurea delle professioni sanitarie risponderà a 60 quesiti a risposta multipla. Per volere del MUR, i punteggi sono così calcolati: 0 punti se si lascia la domanda in bianco, meno 0.4 per ogni risposta errata, 1.5 per ogni risposta giusta. Dunque il punteggio massimo che si può ottenere al test professioni sanitarie corrisponde a 90 punti.

Professioni sanitarie: graduatorie

Una volta concluso il test ingresso professioni sanitarie, il candidato dovrà aspettare che vengano pubblicate le graduatorie sul sito dell’Università presso la quale intende iscriversi. Ogni Ateneo decide autonomamente quando pubblicare e come gestire la graduatoria, che può essere stilata per preferenza o per punteggio.

Graduatoria per preferenza: qui prevale la prima scelta del candidato. Al momento dell’iscrizione al test, infatti, gli viene chiesto di indicare le sue tre preferenze riguardo ai corsi di laurea delle professioni sanitarie. Se il candidato realizza un punteggio elevato, avrà naturalmente più possibilità di accedere alla prima scelta indicata.

Graduatoria per punteggio: in questo caso la graduatoria viene stilata dall’Università per meriti di punteggio. Si parte dai candidati che hanno effettuato il punteggio più alto, e in base a questo criterio vengono assegnati i posti disponibili seguendo le preferenze indicate dalla potenziale matricola di professioni sanitarie.

Test ingresso professioni sanitarie 3

Come prepararsi al test ingresso professioni sanitarie

Una buona pratica per prepararsi al test ingresso professioni sanitarie è guardare le prove degli anni precedenti. Ad esempio nel test di ammissione 2019 le 60 domande a risposta multipla erano suddivise in questo modo:

  • 8 domande di fisica e matematica
  • 10 domande di ragionamento logico
  • 12 domande di cultura generale
  • 12 domande di chimica
  • 18 domande di biologia

Si tratta di argomenti che richiedono in primis una preparazione raggiunta grazie alle scuole superiori, ma ovviamente per superare il test ingresso professioni sanitarie è necessario approfondire le tematiche papabili della prova. Dopo aver visto gli argomenti dei test degli anni passati, dunque, è necessario mettersi sotto con lo studio, accompagnandolo a esercitazioni e simulazioni.

In più, dato che si tratta di una prova importante che porrà le basi per il proprio lavoro nelle professioni sanitarie, sarebbe preferibile rivolgersi anche a chi da anni aiuta i giovani a realizzare i propri sogni, come noi di Nissolino UniTest. Siamo pronti a mettere a disposizione la nostra esperienza trentennale a chi intende superare brillantemente il test ingresso professioni sanitarie: compilate il form presente in questa pagina e sarete ricontattati per una consulenza gratuita. Come abbiamo detto all’inizio, non è mai troppo presto se si tratta del proprio futuro!

Share:

CONTATTACI


    Scegli il centro più vicino*

    Quale test vuoi preparare?*

    Quanti anni hai?*

    Hai il diploma?*

    *Autorizzo al trattamento dei dati personali, come esplicitato Informativa sulla Privacy (ai sensi dell’art. 13 GDPR 2016/679)

    Accetto di ricevere la newsletter con tutte le novità sui test. Potrai disiscriverti in qualsiasi momento grazie al link presente in ogni mail.